General contractor e applicazione del reverse charge.

02Apr08

La società che, in base a convenzioni, ha assunto l’obbligo di far eseguire integralmente l’opera da due costituendi consorzi (i quali ne cureranno la realizzazione) e che non si fa carico del prefinanziamento dell’opera, né provvede – almeno in parte – alla diretta realizzazione delle infrastrutture, è carente di quella “adeguata esperienza e qualificazione nella costruzione di opere” che il Codice dei contratti pubblici considera requisito essenziale del general contractor. Ne consegue che i contratti stipulati tra la società e i consorzi non sono giuridicamente inquadrabili come contratti di subappalto, bensì come contratti di appalto; quindi, nei relativi rapporti non sono ravvisabili i presupposti per l’applicazione del reverse charge.

(Risoluzione Agenzia delle Entrate 28/03/2008, n. 111/E)

Annunci


No Responses Yet to “General contractor e applicazione del reverse charge.”

  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: