I confini del mobbing.

16Set08

La Cassazione fissa i confini del mobbing. E precisa, accogliendo il ricorso di una donna che sosteneva di avere subito numerose prevaricazioni sul posto di lavoro(frasi volgari, collocazione in un ufficio marginale, “esproprio” del progetto societario sul quale stava lavorando), che il mobbing è costituito da una condotta protratta nel tempo con l’obiettivo di danneggiare il dipendente.

Non serve però un ampio periodo di tempo perchè l’illecito possa essere contestato (bastano 6 mesi); inoltre il datore di lavoro è sempre responsabile della condotta del dipendente in posizione di supremazia gerarchica e non può sottrarsi alla sanzione tentando una riparazione senza atti di pacificazione e vigilanza concreti.

Fonte: Il Sole 24 Ore



No Responses Yet to “I confini del mobbing.”

  1. Lascia un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: